Chi siamo

I soci

I due soci fondatori, Maurizio Ferrari and Maurizio Gibertoni, sono entrambi Ingegneri Elettronici

Maurizio Ferrari si è laureato a Bologna nella primavera del 1990 con una tesi sul 'Calcolo automatico di parametri di un motore endotermico ad imbiellaggio stellare'. Il suo interesse nel campo della progettazione software lo ha spinto a programmare un ampio campo di dispositivi, dai primi PIC Microchip fino alle macchine vettoriali Cray X-MP 48. Nel 1993 fu assunto a Bologna presso Magneti Marelli e dal 1994 al 1997 ha lavorato presso Ferrari F1 (GES) come responsabile del design del software della centralina controllo motore e del sistema di controllo delle revisioni software. Ha scritto due articoli pubblicati su Circuit Cellar. Parla e scrive correntemente la lingua inglese, abbastanza bene lo spagnolo, discretamente il francese ed un po' il tedesco. Viaggia spesso verso la Cina per seguire le produzioni della ditta.

Maurizio Gibertoni si è laureato cum laude presso l'Università di Bologna nel 1986 con una tesi sulla simulazione circuitale. Ha lavorato in posizioni accademiche presso istituti di ricerca (a Trento e Bologna), presentando pubblicazioni su circuiti digitali ad importanti conferenze (ESSCIRC 1991). Nel settore privato ha ricoperto la posizione di capoprogetto hardware per sensori industriali in una importante industria in cui ha a lungo lavorato anche come consulente. All'interno di Galileo si occupa soprattutto di progettazione hardware e della produzione.

La ditta e i clienti

La nostra società è stata fondata nel 1998 e ha lavorato con clienti quali Giochi Preziosi SpA, Landi Renzo SpA, IK Multimedia, Hornby Hobbies PLC, APS GmbH

Siamo anche la ditta dietro il marchio Slot.it, nota per i modelli di auto in scala 1:32 per autopiste elettriche, e per il sistema oXigen 2.4 GHz, integralmente progettati da noi. Abbiamo più di 15 anni di esperienza con fornitori nel Far East.

Saremo felici di parlare con voi se pensate che la nostra esperienza possa esservi utile. Parliamo correntemente inglese, spagnolo, e naturalmente italiano.